DVR

Il DVR, cioè il Documento di Valutazione dei Rischi , è un documento di grande importanza, nel panorama della sicurezza sul lavoro. La necessità di compilare questo documento non è nuova nel panorama legislativo italiano, infatti, già nella norma 626/2004, era stato previsto che, il datore di lavoro, compilasse il DVR, coadiuvato dai suoi collaboratori. Il Decreto 81 del 2008, il Testo Unico sulla Sicurezza ha deciso di mantenere questa disposizione ed ha stabilito che il DVR venga compilato, da ogni azienda.

L’importanza del documento di valutazione dei rischi sta nel fatto che, il datore di lavoro dell’impresa, con la collaborazione di RSPP e medico competente e dopo la consultazione dei rappresentanti dei lavoratori, proceda a valutare gli eventuali rischi che si presenti durante lo svolgimento del lavoro. Il fatto stesso di aver analizzato la situazione e di aver identificato i potenziali rischi è il primo fondamento per la sicurezza di tutti i lavoratori che verranno impiegati.

Il DVR deve contenere le seguenti sezioni, adeguatamente compilate:

• Informazioni generali sulle due imprese interessate,
• Tutte le informazioni importanti che si riferiscono al lavoro da svolgere,
• Una attenta e puntuale descrizione degli ambienti di lavoro in cui i lavoratori andranno ad operare,
• Una descrizione specifica delle mansioni necessarie per completare i lavori,
• Tutte le informazioni relative ai potenziali rischi presenti,
• Analisi dei rischi rilevati e decisioni conseguenti relative alla loro eliminazione.

Il Decreto 81/08 stabilisce, inoltre, che perché sia rispettata ogni norma di legge prevista, è necessario che il DVR venga redatto dal Datore di lavoro attraverso specifici strumenti tecnici, deve perciò possedere le giuste capacità per il loro utilizzo. Nel caso in cui non possedesse tale requisito può rivolgersi a consulenti esterni che lo supporteranno nella compilazione corretta del DVR.