Piano Operativo

POS

Spesso, in ambito cantieristico, il rischio di incidenti e infortuni sul lavoro nasce da scelte progettuali poco sicure o da una scarsa attenzione nella valutazione dei rischi.

Con il riordino della legislazione in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, il D.Lgs. 81/08 ha introdotto delle novità relative alla protezione dei lavoratori nei cantieri, soprattutto per quanto riguarda i piani di sicurezza poiché una corretta valutazione dei rischi può contribuire enormemente a preservare la salute dei lavoratori che operano in un cantiere edile.

La nostra società di consulenza mette a disposizione tecnici esperti e RSPP per la realizzazione del piano operativo di sicurezza per il tuo cantiere o attività, chiamaci al numero verde 800146589 o compila il modulo a destra per richiedere un preventivo gratis e informazioni sui costi.

In cosa consiste un POS

Il Piano Operativo di Sicurezza (POS) è il documento che, ai sensi del art. 96 del D.Lgs.81/08, il datore di lavoro è tenuto a redigere per iniziare a operare in un cantiere esterno. Ogni impresa esecutrice dovrà necessariamente preparare (prima di cominciare i lavori in cantiere) il proprio POS, da considerarsi come piano complementare al Piano di Sicurezza e di Coordinamento (PSC).

Per redigere un POS è necessario analizzare e valutare i rischi per la salute e la sicurezza specifici per l’impresa e per l’opera, rispetto a caratteristiche proprie del luogo, alle modalità operative e all’utilizzo di attrezzature. Una volta individuati i rischi è obbligatorio completare il piano operativo di sicurezza con l’indicazione delle misure di sicurezza da adottare nelle varie fasi lavorative.

I contenuti minimi di un Piano Operativo di Sicurezza sono:

Dati del cantiere e dell’impresa esecutrice e descrizione dell’attività
Specifiche mansioni riguardo la sicurezza in cantiere
Servizi igienici assistenziali
Caratteristiche dei macchinari e delle attrezzature utilizzate per operare
Elenco dei ponteggi e di altre opere provvisionali
Presenza di sostanze pericolose
Rischio di rumore e/o vibrazioni
L’elenco dei dispositivi di protezione individuale forniti ai lavoratori
L’individuazione delle misure preventive e protettive

I contenuti minimi di un Piano Operativo di Sicurezza sono:

Lavorazioni affidate a terzi
Certificati di conformità e attestati di formazione dei lavoratori
Schede di sicurezza sostanze pericolose
Esito del rapporto di valutazione del rumore e di vibrazione

Il datore di lavoro è tenuto a vigilare sulla sicurezza dei lavori e sull’applicazione delle disposizioni prevista con il piano di sicurezza nonché a coordinare gli interventi per garantire le misure generali di sicurezza.

Il piano operativo di sicurezza va poi trasmesso al coordinatore per l’esecuzione che dovrà verificare che i POS delle imprese coinvolte nel lavoro di cantiere siano congruenti con il lavoro previsto e che siano rispettati in ogni punto. Qualora un POS non risultasse congruente con l’ambito cantieristico in questione deve chiederne l’immediato adeguamento.

Affidati a CDS Service per mettere in regola la tua azienda con la normativa vigente in tema di sicurezza. Contattaci subito per una consulenza.

Modulo di Richiesta DVR

Compila il modulo in ogni suo campo. Un nostro tecnico specializzato in sicurezza ti risponderà al più presto per procedere alla stesura del tuo documento.


Puoi prendere visione dell'informativa privacy qui

Doc. Valutazione Rischi

da 150,00 €

CONTATTO RAPIDO

Argomenti Correlati